Biglietti Santa Maria delle Grazie

Nascosta nel nord Italia si trova la bellissima città di Milano. Visitatori da tutto il mondo vengono a Milano per la chiesa di Santa Maria delle Grazie e il convento domenicano per vedere il famoso dipinto di Leonardo da Vinci 'Il Cenacolo'.

Più popolare

Orari di apertura

Nei giorni feriali è aperta dalle 10.00 alle 12.55 e dalle 15 alle 17.55

Vespri serali dal lunedì al venerdì alle 19:00 e sabato e domenica alle 14.00

Le visite per L'ultima cena si svolgono dal martedì alla domenica dalle 8.15 alle 14.45 e il sito Web offre informazioni aggiornate sulle entrate e la vendita dei biglietti.

Come raggiungerle

Piazza di Santa Maria delle Grazie, 20123 Milano MI, Italy

La maggior parte dei visitatori utilizza la fermata della metropolitana Cadorna. Dalla stazione centrale di Milano, prendete la linea verde della metropolitana fino a Cadorna e poi proseguite a piedi. Suggerimento: il tram numero 16, che passa accanto al Duomo, si ferma proprio di fronte alla chiesa e potrebbe essere più veloce e più conveniente. Se si ha paura di mancare il tram, si può optare per un taxi per poi proseguire a piedi.

Domande frequenti

1. Possono i visitatori assistere ad un servizio religioso?
Sì. Santa Maria delle Grazie è una chiesa funzionante e fa parte di un convento domenicano. La Santa Messa ha luogo dal lunedì al sabato in cinque ore programmate durante il giorno e in tardo pomeriggio. Ci sono messe speciali in vacanza, inclusa la domenica. Controllate il sito ufficiale per avere conferma degli orari.
2. Quando fu originariamente costruita?
Il duca di Milano Francesco I Sforza commissionò la costruzione del convento e della chiesa domenicani. L'architetto Guiniforte Solari progettò il convento, che fu completato nel 1469, anche se la costruzione della chiesa durò decenni. Il duca Ludovico Sforza designò la chiesa come luogo di sepoltura della sua famiglia e ricostruì il chiostro e l'abside nel 1490.
3. Come ha fatto “L’ultima cena” ha sopravvivere la Seconda Guerra Mondiale?
Durante la notte del 15 agosto 1943, la chiesa e il convento furono colpiti da un bombardamento aereo alleato. Il muro sul quale pende il famoso dipinto era stato nascosto per protezione, e questa parete fu una dei pochi sopravvissuti. Gran parte del refettorio fu distrutto e dovette essere ricostruito dopo la fine della guerra. Attualmente, le misure di conservazione in corso hanno lo scopo di mantenere il dipinto per i secoli a venire.
4. Il dipinto di Leonardo appartiene alla Chiesa?
No. Attualmente L'ultima cena è appesa alla destra della piazza fuori dalla chiesa. Appartiene ufficialmente alla nazione d'Italia ed è designato come Museo Nazionale. Il numero di visitatori giornalieri è limitato per contribuire a preservare l'integrità del dipinto. Il modo migliore per prenotare un 'Ultima Cena' è online sul sito ufficiale dell'Ultima Cena ('Cenacolo Vinciano').

Da sapere prima di partire

Centro culturale Alle Grazie
Annessa alla Basilica di Santa Maria delle Grazie si trova la Sagrestia del Bramante, sede del Centro Culturale alle Grazie (centro culturale domenicano). La missione di questa organizzazione è di promuovere i valori umani e cristiani e lo spirito dell'Ordine dei predicatori domenicani. Consultate il programma degli eventi del centro durante il vostro soggiorno a Milano. Troverete: conferenze, conferenze scientifiche, concerti di musica classica, letture bibliche e presentazioni di libri.
Le sette cappelle
Intorno alla chiesa principale ci sono sette cappelle quadrate dedicate alla Vergine delle Grazie. Nel XV secolo, i clan più potenti di Milano richiesero il patronato delle cappelle, e le prove durature di questo mecenatismo familiare possono essere osservate ancora oggi. La Cappella di Santa Caterina conserva ora sculture di Antonello da Messina e le cappelle della Madonna adorante e della Santa Corona sono affrescate da Gaudenzio Ferrari. Non perdete queste opere d'arte storiche durante la vostra visita.
L’architettura di Santa Maria delle Grazie
Questo sito fa parte del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO ed tributo all'architettura e allo spirito del Rinascimento italiano nel Nord Italia. Situato in Piazza Santa Maria delle Grazie e in Corso Magenta, il convento e la chiesa vi porteranno nel cuore della storica Milano. L'interno della chiesa è un eccellente esempio dello stile gotico della regione, con tre navi, volte a vela e pareti in mattoni a vista. L'alta cupola mantiene lo stile gotico, con l'aggiunta di alcune caratteristiche decorative romaniche.

Nelle vicinanze

Ristorante Pizzeria Cecco
Vicino a Santa Maria della Grazie c'è un sapore decennale d'Italia da non perdere. Famoso per la pizza, il Ristorante Pizzeria Cecco offre anche piatti tradizionali come risotto agli asparagi e salmone affettato. Hanno anche un hamburger nel menu, con un contorno di pasta, ovviamente. Questo posto è tra i favoriti dei residenti, ed è un buon segno, e il ristorante è aperto sette giorni su sette per pranzo e cena.
Galleria Vittorio Emanuele II
Un importante punto di riferimento di Milano è il più antico centro commerciale attivo in Italia. L'edificio in sé è affascinante: una doppia galleria a quattro piani proprio nel centro della città. La Galleria Vittorio Emanuele III fu progettata nel 1861 e costruita tra il 1865 e il 1867 dall'architetto Giuseppe Mengoni. Un bonus: se fate shopping di souvenir, vi troverete anche tra altri due siti famosi, il Duomo e il teatro dell'opera, il Teatro alla Scala.
Galleria Vittorio Emanuele II
Galleria Vittorio Emanuele II
Galleria d’arte Brera
Questa è la principale galleria d'arte pubblica di Milano, con una vasta collezione di dipinti di artisti italiani come Andrea Mantegna, Giovanni Bellini e Raffaello, tra gli altri. La galleria si trova a Palazzo Brera, dove si trovano diverse istituzioni culturali milanesi: la Biblioteca di Brera, l'Osservatorio Astronomico, l'Orto Botanico, l'Istituto Longobardo per la Scienza e l'Arte e l'Accademia di Belle Arti. La galleria è chiusa il lunedì e nei giorni festivi.
Galleria d’arte Brera
Brera Art Gallery. Petar Jevtic / Shutterstock.com